Ruote d'Italia: "Prosegue il confronto tra associazioni di categoria e Governo per la vertenza Acciaierie d'Italia"

Ruote d'Italia 29/03/2024
Generico

Prosegue  il confronto tra associazioni di categoria e Governo per la vertenza Acciaierie d'Italia.

Lunedì, insieme alle associazioni dell’indotto Ex Ilva, abbiamo preso parte ad un incontro a Palazzo Chigi, presieduto dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Mantovano e alla presenza del Ministro dell'economia Giorgetti, del Ministro delle imprese Urso e del Ministro del lavoro Calderone e dei tre Commissari (Quaranta, Fiori e Tabarelli).

Abbiamo ribadito con forza l’urgenza di sospendere del pagamento degli oneri fiscali e di quelli contributivi per tutte le imprese che vantano crediti nei confronti di AdI al fine di garantire la regolarità del Durc, sia per i crediti diretti sia per quelli derivanti da subappalti e subvezione. In mancanza di un rapido intervento, il rischio concreto è che le imprese, che non sono state pagate per i servizi resi e che quindi non hanno potuto onorare le scadenze fiscali e tributarie, ora si vedano negare il DURC, e si trovino, di fatto, nell’impossibilità di lavorare, non solo per ADI ma anche e soprattutto per nessun altro committente.

Registriamo positivamente l’impegno dell’Esecutivo ad analizzarne la fattibilità.

In relazione all’operazione SACE, il Governo ha garantito l’impegno a consentire alle imprese bancabili, l’anticipazione sui vecchi crediti attraverso la modalità factoring con garanzia che dovrebbe essere innalzata all’80%. A tal proposito, i rappresentanti commissariali hanno costituito una task force all’interno di ADI in amministrazione straordinaria per certificare, in tempi celeri, alle imprese dell’autotrasporto e dell’indotto i propri crediti permettendo a SACE il congelamento delle somme per la garanzia suddetta. Le associazioni datoriali hanno ricordato ai titolari dei Dicasteri che qualora non tutte le aziende della filiera rientrassero in questa misura, urge trovare una soluzione concreta a supporto delle piccole imprese.

Inoltre, in relazione alle aziende collegate Ilva, il commissario straordinario Alessandro Danovi ha comunicato che i servizi marittimi e Taranto Energia sono in fase di chiusura, in seguito alla procedura di amministrazione straordinaria e per cui le imprese attendono il pagamento dei crediti dei fornitori dal 2015. 

FAI Conftrasporto non lascerà sole le imprese coinvolte: la FAI, come sempre, c’è!

Abbiamo inoltre preso parte ad un convegno sul tema "Digitalizzazione e cybersecurity nel PNRR", organizzato da Confcommercio, Conftrasporto e Federlogistica sul tema chiave della digitalizzazione della filiera della logistica.

Le nuove tecnologie, compresa la robotica, e l’intelligenza artificiale hanno un ruolo determinante, per molti versi ‘rivoluzionario’: messe a sistema, diventano indispensabili per far fronte alla concorrenza internazionale. Appare evidente che l’intelligenza artificiale rivoluzionerà il mondo dei trasporti e della logistica, ma nell’interconnessione di più soggetti all’interno di uno stesso sistema virtuale pone anche il tema del rischio di attacchi cyber e della necessità di Conftrasporto ha deciso di mettere insieme le eccellenze italiane per un confronto con tecnici, docenti e istituzioni. L’obiettivo è dare alle imprese soluzioni e opportunità, e continuare il dialogo con la RAM e il MIT per la realizzazione delle misure previste dal PNRR. 

Approfitto di questa rubrica, per augurare a tutti voi e alle vostre famiglie Buona Pasqua di Resurrezione!

 

A presto

Carlotta Caponi

Ruote d'Italia 29 marzo
Condividi questa pagina