Ruote d'Italia: "Riduzioni delle emissioni e situazione Ucraina: le conseguenze possibili"

Ruote d'Italia 11/05/2022
Nazionale

Certamente, con la conferma del protocollo siglato con la Viceministro Bellanova - che non affronta solo la questione del caro gasolio, ma interviene anche a rinnovare le risorse per il prossimo triennio, a finanziare la sostituzione del parco circolante e ad incrementare i fondi già disponibili per il credito di imposta su AD blue e GNL - si è fatto un passo in avanti importante. Nonostante i tentativi denigratori di chi lo contesta, forse per dimostrare di esistere, il programma che si sta portando avanti grazie proprio al mantenimento degli impegni assunti dalla Senatrice a nome dell’Esecutivo, ha visto il concorso di due fattori positivi: la Viceministro con il suo staff e le rappresentanze qualificate del trasporto, che hanno condotto le trattative con elevato senso di responsabilità, perseguendo sempre l’obiettivo di tutelare al meglio le imprese di autotrasporto e di logistica dalle insidie di questo momento storico eccezionalmente complesso.

Conftrasporto, pertanto, riconosce l’impegno fattivo profuso dal dicastero competente per la soluzione della vertenza ed ovviamente resta in attesa di proseguire il percorso che è stato intrapreso grazie alla rinata collaborazione tra federazioni del settore e la controparte istituzionale.

Dovremo ora, consci della necessaria compatibilità delle normative nazionali con quelle europee, rafforzare ulteriormente il rapporto instaurato per centrare altri obiettivi urgenti, come la prosecuzione dei lavori del “tavolo delle regole” e, soprattutto, l’attuazione dei necessari correttivi al “Fit for 55”, le cui misure rischiano di produrre alle imprese nazionali danni tali da vanificare quanto fin qui ottenuto.

LEGGI l'articolo completo

RUOTE D’ITALIA 11 MAGGIO 2022
Condividi questa pagina