Ruote d'Italia: "I morti sul lavoro sono da ricordare tutti!"

Ruote d'Italia 04/05/2022
Generico

Come ogni anno, il 1° maggio si è doverosamente festeggiato il mondo del lavoro. Quale occasione più adeguata per cercare di approfondire e comprendere i problemi e le esigenze dei prestatori d’opera. Ministri, sindacalisti, il Santo Padre ed anche il nostro Presidente della Repubblica hanno voluto ricordare con parole e richiami adeguati l’importanza delle attività umane che, ciascuna con le proprie differenze e specificità, consentono al Paese di essere protagonista nell’economia.

Purtroppo, mentre fioccano le dichiarazioni tese a ribadire l’importanza del lavoro e si compiangono coloro che hanno perso la vita nello svolgimento delle proprie mansioni, non manca chi vergognosamente osa strumentalizzare i decessi o gli infortuni. Deve essere un malvezzo nazionale, perché qualcosa di analogo è accaduto agli operatori del trasporto ai tempi della pandemia. Anche allora le più alte cariche dello Stato e della politica riconobbero lo sforzo titanico che i camionisti hanno sostenuto per consentire al Paese di non paralizzarsi, rifornendo gli ospedali di medicinali e i negozi di generi di prima necessità. L’importanza capitale del loro lavoro emerse allora con tanta forza che essi vennero addirittura definiti EROI. Per un attimo confesso di aver pensato che, finalmente, il Paese si fosse accorto di noi. I riconoscimenti spinsero ancor di più i conducenti dei mezzi pesanti ad impegnarsi con maggior dedizione per rispondere al meglio alle esigenze della nostra gente. Per la verità, qualche odioso ed insensibile personaggio anche in quel frangente non mancò di distinguersi. Impossibile dimenticare come vennero varate norme che impedivano agli autisti di espletare i propri bisogni primari e che negavano loro la possibilità di poter sorbire un caffè o mangiare un semplice panino. Il lavoro delle federazioni di categoria fu assorbito dalla ricerca di risposte per queste esigenze, da un lato, mentre si studiavano e cercavano con il Governo in carica le migliori soluzioni per ristorare i maggiori costi che gli operatori del settore sopportavano.

LEGGI l'articolo completo

I morti sul lavoro sono da ricordare tutti!
Condividi questa pagina