Tema del giorno: L’ambiente non è proprietà esclusiva

Dal Nazionale 21/09/2022
Generico

Quante volte abbiamo affrontato il tema dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici. Per chi opera come noi nel settore del trasporto e della logistica è essenziale interessarsene.

Abbiamo più volte riportato pareri di esperti e scienziati che sostengono tesi non propriamente in linea con chi considera le attività dell’uomo il maggior responsabile, se non l’unico, dei cambiamenti climatici.

Abbiamo messo a disposizione di chi fosse interessato il libretto redatto dal professor Battaglia che non è in linea con le teorie che colpevolizzano le attività umane e che pubblica la petizione di mille, un numero non certo irrisorio, di scienziati ed esperti hanno indirizzato sul tema all’Onu.

Ora non v’è dubbio che il “tema ambiente” sia fondamentale per le imprese che operano nell’attività del trasporto e della logistica. Così come questo aspetto sia uno degli elementi sul quale si sviluppa la recente tornata elettorale.

In questo periodo mi è capitato di leggere il libro di Rampini, giornalista di Repubblica e Corsera che nel Suo libro sull’America approfondisce anche come negli Stati Uniti d’America, dove ha vissuto qualche anno, il tema sia vissuto e come esistano pareri contrastanti.

Ritengo opportuno, essendo tale argomento impattante con la nostra attività, e per come incida sui temi di natura elettorale riassumere sinteticamente quanto nel capitolo sull’ambiente sostiene il giornalista.

Consiglio chi volesse approfondire di leggere la versione ed il libro stesso veramente istruttivo. Non intendo fare pubblicità ma limitarmi a segnalare, riportando un riassunto dei concetti (clicca qui….), quanto negli USA esperti sul tema inquinamento/temi ambientali stretti collaboratori sul tema del presidente Obama, pensano. Ci aiuta a comprendere ed a dar forza alle tesi che nei convegni che Conftrasporto ha già affrontato (Cernobbio e che approfondirà anche nel prossimo forum a Roma).

I cambiamenti climatici e l’inquinamento sono questioni troppo serie per seguire le teorie di una ragazzina  che molti sfruttano ma forse per altre ragioni. A noi tocca ragionare ed approfondire.

L’ambiente non è proprietà esclusiva
Condividi questa pagina