Da Confcommercio arriva il nuovo Osservatorio Congiunturale Trasporti | I DATI

12 Feb by fai-emil

Da Confcommercio arriva il nuovo Osservatorio Congiunturale Trasporti | I DATI

L’Ufficio Studi di Confcommercio rende noto l’osservatorio congiunturale dei trasporti (Osservatorio Trasporti). Esso pone l’obiettivo di presentare dati, stime e previsioni del settore trasporti (passeggeri e merci) sul territorio italiano, per le quattro modalità di trasporto e, aggregando sulle modalità, per il trasporto passeggeri e per il trasporto merci nel complesso.

In un anno o in determinato trimestre il trasporto passeggeri o il trasporto merci, sono cresciuti o diminuiti rispetto a un anno o rispetto a un precedente trimestre, considerando tutte le modalità nel com- plesso?

Le principali fonti dei dati sono: per il traffico su strada (autostrade) AISCAT, per il traffico su ferro Euro-stat, per il traffico marittimo varie Autorità Portuali (per i dati in alta frequenza), per il traffico aereo Assa-eroporti, per i dati dei porti elencati nel FOCUS Assoporti.

Le stime contenute in questo numero si riferiscono prevalentemente agli ultimi due trimestri del 2018, il cui orientamento in termini di trasporti – sia passeggeri sia merci – è nella direzione di un rallentamento.

Nel 2018 rallentano i trasporti in Italia, sia nel comparto passeggeri che in quello merci. L’indicatore globale Confcommercio del trasporto merci indica, infatti, una crescita rispetto all’anno precedente dell’1,9% contro il +3,4% del 2017 e il +4,1% del 2016. E anche l’indicatore globale relativo ai passeggeri, con una crescita stimata del 2,7% per il 2018, sostenuta anche dalla spesa e dalla presenza dei turisti specialmente stranieri, risulta in rallentamento rispetto agli anni precedenti.

Per l’ennesima volta, semmai ce ne fosse bisogno, si conferma decisivo il ruolo del trasporto merci su strada (costantemente crescente attorno al 3% annuo in volume).

Le percezioni degli operatori dell’autotrasporto concordano con le performance: dalla seconda parte del 2016 le attese continuano ad essere stazionarie e orientate negativamente. Rimane la costante evidenza che essere imprenditori vuole dire guardare più al futuro che al passato.

I dati del traffico su gomma (autostrade)

Per il vicepresidente di Confcommercio Paolo Uggè “preoccupano, in particolare, la battuta d’arresto del trasporto via mare, vera eccellenza nazionale, e il consolidarsi di percezioni e aspettative negative tra gli operatori dell’autotrasporto che, è bene ricordarlo, assicurano la movimentazione di oltre il 60% del valore della merce trasportata in Italia. Si conferma, pertanto, la necessità di una strategia d’intervento nazionale che promuova la crescita economica attraverso il miglioramento dell’accessibilità dei territori, il potenziamento delle infrastrutture e lo sviluppo dei servizi di trasporto, in ottica intermodale”.

CLICK QUI PER L’OSSERVATORIO COMPLETO DI CONFCOMMERCIO

 

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Facebook
LinkedIn