Commissione per i Trasporti – Mobility Package 1 | Comunicato stampa

10 Gen by fai-emil

Commissione per i Trasporti – Mobility Package 1 | Comunicato stampa

10 gennaio 2019

In data odierna, la Commissione per i Trasporti e il Turismo del Parlamento Europeo ha:

  • approvato gli emendamenti presentati dai relatori alle proposte di modifica dei regolamenti in materia di accesso alla professione (reg 1071/2009) ed accesso  al mercato internazionale del trasporto merci su strada (reg.1072/2009, in particolare sul cabotaggio);
  • respinto gli emendamenti dei relatori sulle modifiche al Regolamento in materia di tempi di guida e di riposo (Reg.561/2006) e alla direttiva 2006/22  (per l’inserimento di specifiche disposizioni sul distacco dei conducenti delle imprese di autotrasporto).

 

Di seguito, riportiamo il testo integrale (in lingua inglese) del comunicato pubblicato al termine della seduta.

 

New provisions to tackle letterbox companies, improve enforcement of cabotage rules and prevent fraud in road transport were adopted by the Transport Committee on Thursday.
MEPs want companies to be entitled to make deliveries within another EU country for three days after a cross-border delivery to improve enforceability and help avoid “empty runs” of trucks. Current legislation allows for three operations within seven days.
To prevent systemic cabotage, after this period, trucks will not be permitted to carry out new cabotage operations in the same country within two and a half days after they return to their country of establishment.
Vehicles also have to load or unload once every four weeks in the member state in which the company is registered, MEPs say.

Crack-down on letterbox companies and abusive use of vans
To tackle the issue of letterbox companies, road haulage businesses would have to provide proof of substantial activities in the member state where they are registered. With an increasing number of companies using light commercial vehicles (LCVs), MEPs propose that companies using LCVs above 2.4 tonnes for international transport would also need to follow EU rules on becoming a road transport operator to avoid market distortion.

Track the “black sheep”, reduce red tape and checks on law-abiding companies
MEPs want electronic documents and digital technologies to be used more efficiently to help ease the burden for drivers and reduce road-check times. National authorities should step up cross-border cooperation to help identify and focus on companies with poor compliance records, while cutting back on random checks on law-abiding operators.
Transport Committee MEPs also want member states to impose penalties against consignors, freight forwarders, contractors and subcontractors, where they know or ought to know that transport operators are breaking the rules.

Next steps
Transport Committee MEPs adopted amendments to the proposal on cabotage rules and rules on access to the profession of road transport operator with 27 votes in favour and 21 against and rejected amendments tabled for the reports on rest times and posting of drivers. Transport committee coordinators will discuss how to proceed with the three mobility package proposals at the next coordinators’ meeting.

La traduzione del comunicato in italiano

La commissione per i trasporti giovedì ha adottato nuove disposizioni per contrastare le società di raccolta delle lettere, migliorare l’applicazione delle norme sul cabotaggio e prevenire le frodi nel settore dei trasporti su strada.
I deputati desiderano che le società abbiano il diritto di effettuare consegne all’interno di un altro paese dell’UE per tre giorni dopo una consegna oltre frontiera per migliorare l’applicabilità e contribuire ad evitare “corse vuote” di camion. La legislazione attuale consente tre operazioni entro sette giorni.
Per evitare il cabotaggio sistemico, dopo questo periodo, i camion non saranno autorizzati a effettuare nuove operazioni di cabotaggio nello stesso paese entro due giorni e mezzo dal loro rientro nel loro paese di stabilimento.
I veicoli devono anche caricare o scaricare una volta ogni quattro settimane nello stato membro in cui è registrata la società, dicono i deputati.

Per affrontare la questione delle società di immondizie, le imprese di autotrasporto dovrebbero fornire la prova di attività sostanziali nello stato membro in cui sono registrate. Con un numero crescente di aziende che utilizzano veicoli commerciali leggeri (LCV), i deputati propongono che le società che utilizzano veicoli commerciali leggeri superiori a 2,4 tonnellate per i trasporti internazionali debbano anche seguire le norme dell’UE per diventare un operatore del trasporto su strada per evitare distorsioni del mercato.

I deputati desiderano che i documenti elettronici e le tecnologie digitali siano utilizzati in modo più efficiente per alleggerire l’onere per i conducenti e ridurre i tempi di controllo stradale. Le autorità nazionali dovrebbero intensificare la cooperazione oltre frontiera per aiutare a identificare e concentrarsi su aziende con scarsi dati di conformità, riducendo al tempo stesso i controlli casuali sugli operatori rispettosi della legge.
Gli eurodeputati del comitato dei trasporti vogliono anche che gli Stati membri impongano sanzioni nei confronti di speditori, spedizionieri, appaltatori e subappaltatori, dove sanno o dovrebbero sapere che gli operatori dei trasporti stanno infrangendo le regole.

Prossimi passi
I membri del comitato dei trasporti hanno adottato emendamenti alla proposta sulle norme di cabotaggio e le norme sull’accesso alla professione di trasportatore su strada con 27 voti favorevoli e 21 contrari e respinti gli emendamenti presentati per le relazioni sui tempi di riposo e l’affissione dei conducenti. I coordinatori delle commissioni per i trasporti discuteranno su come procedere con le tre proposte sul pacchetto di mobilità alla prossima riunione dei coordinatori.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Facebook
LinkedIn