Cisterne di gasolio: obbligo di adeguamento e CPI conseguente

28 Gen by fai-emil

Cisterne di gasolio: obbligo di adeguamento e CPI conseguente

A seguito dell’entrata in vigore del DM 22 novembre 2017, sono state apportate alcune modifiche alla messa a norma in esercizio dei depositi di gasolio per l’ottenimento del CPI (Certificato Prevenzione Incendi) che viene rilasciato dal Comando Provinciale dei VV.F.; tra tutte spicca la più importante che prevede un aumento del 110% del bacino di contenimento facente parte la cisterna.

A tal proposito, per poter mantenere la cisterna in uso oltre il 18/02/2019, chi volesse ottenere il CPI o rinnovarlo in quanto scaduto, può farlo apportando alcune modifiche alla medesima; dal 19/02/2019 non sarà più possibile autorizzare od utilizzare il vecchio modello di serbatoio ma si dovrà demolirlo per acquistarne uno nuovo che rispecchi la normativa.

Si ricorda che la mancanza di CPI comporta denuncia penale con infrazione all’articolo 46 TUSL con pene che vanno da due a quattro mesi o un’ammenda da 1,200 fino a 5.200 €.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
RSS
Facebook
LinkedIn